BLOG

10 anni dal Terremoto a L’Aquila.

Per non dimenticare che l’Italia può e deve ancora rinascere.

Sono passati dieci anni da quella notte di terrore in cui il terremoto sconvolse L’Aquila e il cuore dell’Italia, e purtroppo tutt’oggi quella ferita è ancora aperta.

LAquila_Silvia-Cleri-chiesa-di-san-domenico-terremoto
Chiesa di San Domenico, L’Aquila.

Alle 3.32 del 6 aprile, a L’Aquila la campana della chiesa di S. Maria del Suffragio suona 309 rintocchi, ognuno in memoria di ciascuna delle vittime del terremoto.

Le foto che vedete risalgono al 2014, quando sono andata a L’Aquila per iniziare un progetto fotografico su cui sto ancora lavorando, ed allora erano già passati 5 anni dal terremoto. La fotografia, ha insita in sé, una parte importante di testimonianza e apertura dello sguardo su realtà che spesso restano dimenticate, non posso quindi fare a meno di assumere tale responsabilità.

Impalcature di sostegno, zona Rossa, L'Aquila Silvia-Cleri-grave-crepa-puntellata-post-sisma-LAquila Terremoto-zona-rossa-LAquila.jpg

L’attenzione è altissima sul momento, ma poi inevitabilmente ci si sposta sulla notizia successiva e questo fa sì che si ci si dimentichi di realtà che non possono e non devono essere trascurate.

L’impatto con il dolore che emerge ad ogni passo che si fa nella “zona rossa” è pari forse solo alla voglia che si percepisce nelle persone di ricostruire e rinascere, un luogo del resto torna a rivivere davvero solo quando la realtà quotidiana delle persone riesce a ripartire da dove si era fermata.

Ho voluto fotografare il centro storico di L’Aquila perché credo profondamente che lì risieda la vera anima della città, è il luogo dove le persone si incontravano, si riconoscevano, toccavano con mano la loro appartenenza. Anche se per risolvere l’emergenza abitativa si sono costruite le New Town gli abitanti sentiranno che la loro città è veramente rinata solo quando ne sarà ricostruito il cuore. A tal fine intendo mostrarvi quanto sono profonde le ferite di questa parte della città, e solo quando queste saranno curate la gente tornerà a vivere.

Per questo oggi ho aperto una finestra su questa situazione, perché non è scontato fermarsi a ricordare cosa è successo e sta ancora accadendo in Italia.

Il pensiero del tempo che passa senza che si possa vedere ricostruita la vita e la dignità di persone che hanno perso tutto in tragedie di simile portata è decisamente molto triste.

LAquila_Silvia-Cleri-case-chiuse-da-ordinanza Sisma_LAquila_Silvia-Cleri-case-chiuse-da-ordinanza Terremoto L'Aquila_Silvia Cleri-vita interrotta

Non si può chiudere gli occhi di fronte a tali disgrazie perché il terremoto è un tema centrale nel nostro paese, poiché è un territorio altamente sismico. Anno dopo anno infatti si sta continuando a presentare in maniera purtroppo del tutto imprevedibile e spesso in luoghi già fortemente colpiti.

Il dovere di documentazione e testimonianza quindi assume per me un senso profondo, se anche solo per un minuto avrete dedicato un pensiero a L’Aquila, alle vittime e a tutte le gravi situazioni post sisma che sussistono oggi in Italia e che dovrebbero invece trovare una pronta e concreta risoluzione.

Penso ad Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto, Norcia e solo per citarne alcune. 

L’immagine è lo strumento con il più alto grado di empatia e perciò mi sono sentita in dovere di dedicare un progetto fotografico a L’Aquila e a tutte le zone d’Italia colpite dal terremoto e che ancora continuano a tremare. Con la speranza nel cuore, di poter augurare al nostro paese una rinascita immediata e concreta.

Anniversario-Terremoto-LAquila_Silvia-Cleri-solidarietà-a-LAquila
Una zona rossa, ovunque si trovi è questione nazionale, L’Aquila.

 

Continua a leggere…

LASCIA UN COMMENTO

WRITE ME

SILVIA CLERI - ROME - ITALY
info@silviacleri.it
FOTOGRAFIA DI MATRIMONIO - EMOTIONAL WEDDING Cos’è la fotografia per me? Cos'è la fotografia per me? Il mio tramite con il mondo. Il mio modo di osservare, raccontare e condividere. Cos'è la fotografia per me? Difficile spiegare a parole qualcosa che ti senti dentro prat... 23 Aprile 2019 / VOcI fotografia lifestyle neonati e maternità Fotografia di neonati in LifeStyle, cos’è? La fotografia di neonati in LifeStyle, cos'è? Prenditi del tempo con la tua famiglia, vivi il momento e ricordalo per sempre con il ritratto in lifestyle. Sai cos’è la fotografia in stile Lifest... 17 Aprile 2019 / TEmpo EMOZIONI-DA-UN-MATRIMONIO_EMOZIONI_MAMMA-E-FIGLIA ATTIMI DI EMOZIONE DA UN MATRIMONIO. LO STUPORE ATTIMI DI EMOZIONE DA UN MATRIMONIO. LO STUPORE È UNO STATO D’ANIMO Durante il matrimonio si susseguono infiniti istanti unici e l'emozione si moltiplica e rimbalza negli occhi di tutti i partecipan... 11 Aprile 2019 / #shareEmotions Terremoto-LAquila_Silvia-Cleri-case-chiuse-da-ordinanza Terremoto a L’Aquila, 2009 – 2019. 10 anni dal Terremoto a L'Aquila. Per non dimenticare che l’Italia può e deve ancora rinascere. Sono passati dieci anni da quella notte di terrore in cui il terremoto sconvolse L'Aquila e il cuore d... 6 Aprile 2019 / visIOni Servizio fotografico unioni civili a Roma. Silvia Cleri FOTOGRAFO Come scegliere il fotografo per le unioni civili? Come scegliere il fotografo per le unioni civili, i mille colori dell’amore. “AMOR VINCIT OMNIA” Il fotografo delle unioni civili è capace di sentire e raccontare la magia di un io e un tu che dive... 25 Marzo 2019 / LOVEisLOVE FOTO DI FAMIGLIA_RITRATTO DI FAMIGLIA Chi è il Fotografo di Famiglia? Chi è il Fotografo di Famiglia? L'importanza di testimoniare e custodire le proprie origini, l'album dei ricordi. Una foto di famiglia è come una macchina del tempo, capace di restituirci le emozion... 19 Marzo 2019 / #shareEmotions FAZZOLETTI BIANCHI_MADRES DE PLAZA DE MAYO_BUENOS AIRES 8 MARZO. DEDICATO A TUTTE LE DONNE. 8 MARZO. DEDICATO A TUTTE LE DONNE. E IN PARTICOLARE A QUELLE IN LOTTA. #MadresDePlazaDeMayo #nonunadimeno #NiUnaMenos Ogni giovedì alle 15.30 a Buenos Aires in Plaza de Mayo arriva un pulmino Bi... 8 Marzo 2019 / visIOni
CLOSE MENU